• gabriela mistral
    Varie su Bolano

    Gabriela Mistral

    | Poesie | Paisajes de la Patagonia Desolación La bruma espesa, eterna, para que olvide dónde me ha arrojado la mar en su ola de salmuera. La tierra a la que vine no tiene primavera: tiene su noche larga que cual madre me esconde. El viento hace a mi casa su ronda de sollozos y de alarido, y quiebra, como un cristal, mi grito. Y en la llanura blanca, de horizonte infinito, miro morir imensos ocasos dolorosos. ¿A quién podrá llamar la que hasta aquí ha venido si más lejos que ella sólo fueron los muertos? ¡Tan sólo ellos contemplan un mar callado y yerto crecer entre sus brazos y…

  • Varie su Bolano

    Paolo Castronovo 2666 – La parte dei critici

    Qualche tempo fa un amico mi provoca: “C’è un autore cileno che non è una puttana, non è nemmeno un macho alla Hemingway e non è morto ammazzato nei ’70”. L’ovvietà dell’ultimo punto non è poi così scontata. Mesi dopo scoprì che molte delle intuizioni del mio amico erano prese dal saggio in chiusura de “Il gaucho insostenibile”. Scoprii, dal canto mio, la vita e il mito di Roberto Bolano, legate insieme a doppio filo a formare un’opera letteraria scritta con avidità e lucida determinazione. Ripercorrendone le tappe, non si può non pensare a RB come ad un autore del silenzio: in molti ne hanno descritto la vita come un…

  • Interviste

    Intervista a Roberto Bolano di Demian Orosz

    Bolaño nacque nel 1953 in Santiago del Cile. A 15 anni si trasferì in Messico, dove visse di giornalismo ed incominciò a scrivere poesie. Dal 1977 visse in Spagna. A causa sia delle sue dichiarazioni sia dei suoi libri, in cui propone un continuo regolamento di conti con il suo paese natale, le sue relazioni con l’ambiente letterario del Cile sono state sempre perlomeno tese. Più di una volta Bolaño si è riferito alla letteratura cilena come a un’illusione, come a un pianeta vuoto che gira intorno a un sole morto chiamato Neruda. Roberto Bolaño aveva 43 anni quando pubblicò il suo primo romanzo. La critica spagnola si arrese senza…

  • Opere di Bolaño

    La universidad desconocida (L’università sconosciuta)

    [carente di porte e finestre] “L’università sconosciuta… mobile e comune a tutti” [ Alfred Besner, Gli uomini che assassinarono Mahoma] Credo che nella formazione do ogni scrittore c’e una università sconosciuta che guida i suoi passi, la quale, evidentemente, non ha sede fissa, è una università mobile, però comune a tutti. [ Roberto Bolano ] La Universidad deconocida Ed. Anagrama, 2007 pagg. 476 Ragazze sulle rive della Senna rievoca in Ansky il breve riposo delle spie o dei naufraghi, e dice anche: spie di un altro pianeta, e ancora: corpi che si consumano più in fretta di altri corpi, e ancora: malattie, trasmissione di malattie, e ancora: predisposizione a resistere,…

  • Interviste

    Andrés Gómez intervista Roberto Bolano

    Intervista postuma a Roberto Bolaño che conversa con La tercera da casa sua, a Blanes. Parla della sua malattia, della morte, dei suoi nuovi libri e del riconoscimento crescente che aveva la sua opera. Dieci giorni più tardi, mentre aspettava un trapianto di fegato, avrebbe avuto uno schock epatico che avrebbe concluso la sua vita r.b.: Com’è il panorama letterario cileno ? domanda Roberto Bolaño, dall’altro lato del telefono. E’ giovedì e lo scrittore cileno parla da Blanes, la località spagnola dove viveva e dove scrisse la maggior parte della sua opera. La domanda è frequente per lui, anche se la sua voce questa volta è stanca. Tuttavia, il suo…

  • Interviste

    Luis Garcia intervista Roberto Bolano

    Non c’è nulla che non debba alla vita. Luis García – aprile 2001 Crítica.cl, aprile 2001 © traduzione Vitiello Maria Sofia Avrei voluto poter rimanere con lui, però mi era impossibile. Vorrei potergli dire che lo conosco letteralmente da…..quasi venti anni, in realtà da quando io un giorno entrai nella Libreria Morgana di Oviedo, una di quelle piccole librerie che trasformavano un elenco di titoli in libri di culto, e ho preso una copia di Consigli di un discepolo di Jim Morrison a un fanatico di Joyce , (Premio Ámbitu Literario de Narrativa 1984), un romanzo nero, nero, scritto in collaborazione con Antoni García Porta. Avrei voluto dirgli che non…

  • Opere di Bolaño

    Tra parentesi

    prima edizione: 2004, Spagna – Anagrama ed., titolo: Entre parentesis prima edizione italiana: 2010, Adelphi ed., traduzione: Nicola Maria una rubrica dove potere parlare del poeta sconosciuto della provincia e del piü conosciuto romanziere polacco. Due cose che, in una cittā come Santiago, suonano come la lingua cinese. cosė definiva Bolaņo il progetto di tenere una rubrica sul giomale Las Ultimas Noticias. L’idea č nata a luglio del 2000. Con questo libro si dimostra che allorquando scrutiamo l’Universo Bolano, letteratura e vita, esperienza e immaginazione, realtā e finzione, poesia e romanzo, si fondono e si intrecciano e e procendono in perfetta simbiosi. * * * 2666 vol 1Entre parentisis viene…

  • Varie su Bolano

    Borges, Bolaņo ed il ritorno dell’Epica

    Aura Estrada I Jorge Luis Borges e Roberto Bolaņo per tutta la vita hanno combattuto la vanitā ed ogni forma di compiacimento, banalitā, ed indulgenza. Il loro č un caso non comune nel mondo letterario, dello stesso tipo di quelli che l’industria letteraria stessa sembra voler mettere ai margini. Non avevano un grande successo di vendite. Durante un periodo consistente delle loro vite hanno vissuto o nell’ombra del rifiuto, o nella clandestinitā della violazione estetica. Il rapporto che ebbero con la loro epoca e con gli scrittori a loro contemporanei č stato complesso e non privo di attriti. Certo, quello che entrambi intendevano come letteratura aveva poco a che vedere…

  • Opere di Bolaño

    Il gaucho insostenibile

    prima edizione: 2003, Spagna – Anagrama ed., prima edizione italiana: 2006, Sellerio ed., trad: Nicola Maria Chiesi loro se avessero notato qualcosa di strano durante la passeggiata. Tutto è strano, mi gridò il vecchio mentre ci allontanavamo in due direzioni diverse, quel che è strano è normale, le febbre è salute, il veleno è cibo. [Il poliziotto dei topi, pag 70] Il poliziotto dei topi, racconto che fa parte de Il gaucho insostenibile, straordinario ed esplicito omaggio all’autore ceco a partire dal suo racconto “Giuseppina la cantante – ossia Il popolo dei topi”; però anche per un ton osotterraneo che ricorre nell’opera di Bolaño, le imprese impossibili, le aberrazioni eterne,…

  • Interviste,  Varie su Bolano

    L’opera di Bolaño? Uno spartiacque

    intervista a Ilide Carmignani di Francesco Prisco «Dopo aver tradotto “2666” di Bolaño tutti gli altri libri su cui ho lavorato in questi anni mi sono sembrati invecchiati di colpo. Sin dalle prime pagine mi era chiaro che avevo a che fare con un autore destinato a lasciare una traccia fondamentale nel panorama letterario di questo inizio secolo. La sua opera è uno spartiacque». Carmignani, come ha fatto Bolaño a scrivere «2666»? Parliamo di un romanzo frutto di un lunghissimo apprendistato letterario, perché Bolaño leggeva tanto e aveva una capacità di assorbire stili e atmosfere letterarie davvero fuori dal comune. «2666» è un libro latinoamericano ma è anche un libro…