|  home  ||  1° pagina ||  Interviste ||  critica ||  2 6 6 6 ||  I detective s. ||   la poesia ||  prosa ||  lettori ||  testi ||  autori citati ||  Hispanoamerica |

2666 - Introduzione

' La stesura del libro '

2666 vol 1 2666 vol 2
    traduz. di Ilide Carmignani link interno

Non sto nella condizione di poter fare il lavoro di revisione che esige il romanzo. Sono più di mille pagine che devo correggere, è un lavoro da minatore del XIX secolo. Ora cerco di fare un lavoro più tranquillo. Correggerò il romanzo dopo l'operazione....
 
Se non era superiore [a I detective selvaggi], non l'avrei scritto....
 
Ha elementi di thriller, di romanzo rosa, di iniziazione e di epica. Ma ciò che lo definisce è la velocità, virtualmente non ci sono punti morti, non c'e' riposo. Si svolge in molti scenari, in Messico, in Germania, ci sono ritorni verso il passato, verso la Russia prerivoluzionaria, quella rivoluzionaria e quella stalinista. C'è un periplo molto grande e dopo ritorna in messico. Infine. Termina nel 2002, ma ci sono narrazioni del 1890, perfino del 700 avanti Cristo. E' una grande visione dell'orrore..
[Intervista di Andrés Gómez. Qué leer, luglio 2003 ]

Es una novela de género policíaco, con el agravante de que es excesivamente larga. Hay que ver hasta qué punto el género aguanta el tirón. Los listones que sostienen el armazón son de género, pero de otro, la ciencia ficción, la novela rosa
[ultima conferenza di Bolaño]

Cosa ci può anticipare del suo prossimo romanzo, "2666"?
Niente. Che forse sarà un pessimo romanzo. O forse no.
[Intervista di Daniel Swinburn, marzo 2003]

Il romanzo che sta terminando, intitolato "2666, di circa mille pagine, che cos'è?
E' una scommessa. Dato il numero delle pagine del romanzo, sarà necessariamente una forte scommessa. Anche se in realtà, qualsiasi opera letteraria dovrebbe avere questa prospettiva: un lavoro di artigianato, umiltà e pazienza, ma anche una scommessa selvaggia. l'istante in cui lo scrittore si mette in gioco e scommette su tutto o niente. Questo e' uno dei mali, d'altra parte, della letteratura attuale. Sono molto pochi gli scrittori che si giocano il tutto per tutto. Quasi tutti preferiscono assumere una posizione media, accontentare un'illusione quella che chiamano il pubblico lettore, e assicurarsi i loro gaudagni. Che in fin dei conti non sono altro che miserabili guadagni,
[ intervista di javier Campos , agosto 2002 link interno ]

2666 è un'opera tanto bestiale che può finire di rovinare la mia salute che già è di per se delicata. Finito di scrivere I detective selvaggi avevo giurato a me stesso di non scrivere mai più un romanzo: arrivai fino al punto di essere tentato di distruggerlo completamente, perchè lo vedevo come un mostro che mi divorava.
[Intervista con Antonio Lozano. Qué leer, gennaio-2001 ]

Che cosa ci può dire di questo lavoro mastodontico, che ha annunciato in gran fanfara, dove torna al Messico de I detective selvaggi a raccontare gli omicidi di diverse donne di Ciudad Juarez? Quando pensa di terminarlo?
A maggio dell'anno 2002 sarà finito e sarà pubblicato, se va tutto bene, a settembre o ottobre dello stesso anno. Ma non lo posso dire. Tra le altre ragioni perché sarebbe troppo lungo parlare del romanzo e troppo confuso. Il romanzo è già tutto scritto nella mia testa, e in questa fase, tutto sembra funzionare bene, il romanzo sembra molto migliore di quello che realmente sarà, e probabilmente direi un sacco di sciocchezze finendo col pentirmene. La verità è che uno finisce sempre col pentirsi di tutto. Di tutte le cose che poteva fare e non ha fatto e di tutte le cosa che ha fatto e che poteva fare meglio
[ intervista di Luis Garcìa" link interno, aprile 2001]

E così bestiale che può finire di rovinarmi la salute; tremendamente messicana, complessa, terribile e allucinante. però non è colpa del Messico, ma dei suoi stessi deliri. Sicuramente darà di che parlare e probabilmente mi odieranno e non vorranno farmi più tornare in messico. E' molto forte. Mi spavenat perfino. E' un'opera di fantascienza
[ Intervista di S. Kohan link interno, 2001 ]

Che mi dice della sua idea di scrivere un classico di mille pagine?
Commetterò molti errori e imperfezioni. Evidentemente un libro voluminoso ha alcuni vantaggi. In un libro lungo uno scrittore deve dimostrare resistenza, una capacità di inventiva costante, deve avere un respiro largo e molta capacitò di affabulazione e, naturalmente, non è lo stesso concepire una casa o un grattacielo. molte volte è piu' abitabile una casa, però per costruire un grattacielo devi essere molto bravo, visto che devi fare dei tracciati più complicati....
[ intervista di Melanie Jösch link interno, dicembre 2000 ]

Qual è il romanzo che sogna di scrivere?
"Un romanzo che si chiamera' "2666".
Questo romanzo "2666", è di fantascienza?, sarà ambientato in América Latina?
"In parte, sarà di fantascienza. Ed è ambientato nello stato di Sonora, nel nord del México, e in Arizona".
[Converazione on line con R.Bolaño, Caracass 1999]

In quale deserto andranno gli scrittori che se ne vanno lasciando un romanzo inconcluso? Quanto gli mancava a Bolaño per completare '2666'? un giorno, per telefono, mi parlò di un romanzone di mille pagine che da tempo stava scrivendo. Un romanzo, spiegò angosciato, " tanto lungo come 'le mille e una notte'". Gli suggerii che lo chiudesse a 1001 pagine, cosa che ovviamente non fece. In un momento della conversazione, Bolaño disse che forse avrebbe abbandonato quel romanzo. Disconoscendo il suo stato di salute, gli chiesi perchè. La sua risposta esatta fu: "Perchè non sono Tolstói".
[ Andrés Neuman link interno ]

«Dopo aver tradotto "2666" di Bolaño tutti gli altri libri su cui ho lavorato in questi anni mi sono sembrati invecchiati di colpo. Sin dalle prime pagine mi era chiaro che avevo a che fare con un autore destinato a lasciare una traccia fondamentale nel panorama letterario di questo inizio secolo. La sua opera è uno spartiacque»
[ Ilide Carmignani link interno ]



NOTE



Testo liberamente riproducibile a condizione che ne venga rispettata l'integrità, venga indicato il sito di origine e infromato l'autore di questo sito mail


 
 
azulines